Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Vai su di un livello
Oggetto archeologico

Stele di Shemen


Stele di Shemen

La stele centinata presenta una scena di offerta incorniciata tra due esili colonne papiriformi. Il defunto è rappresentato al cospetto dei familiari, seduto su un seggio, ed è vestito con una camicia a maniche corte e scollo a V e con una lunga gonna. Accanto al seggio è raffigurata una delle figlie del defunto, nuda, con i capelli corti e accompagnata dai geroglifici che la identificano: “Sua figlia Neferamon”.
Davanti al defunto è raffigurata la moglie mentre porge una coppa e seguita dalla seconda figlia della coppia, che offre un vasetto di unguento; la giovane donna è identificata dai geroglifici iscritti sopra di lei: “Sua figlia Baketamon”. Le offerte funerarie per il defunto, adagiate su un basso tavolo, sono rappresentate in secondo piano. Sotto la scena figurata sono presenti due linee orizzontali che riportano l’iscrizione:
1 - "Un’offerta che fa il re (consistente in) pane, birra buoi, uccelli, incenso, profumo e ogni cosa buona e pura per il ka   2 -del portinaio di Amon, Shemen, possessore di venerabilità”.
La parte superiore della stele è decorata con un’iscrizione disposta su cinque colonne. I geroglifici incisi nella prima colonna di sinistra, subito sopra la raffigurazione della moglie, recitano: “La signora della casa Tetres”, mentre le altre quattro colonne riportano il seguente testo:
 1 – "Il portinaio di Amon,      2- il portatore di offerte di   offerte di   3-Satamon, possa essa vivere per sempre, per l’eternità,  4 -Shemen”.
L’elemento che permette di datare questo reperto è il nome contenuto nel cartiglio (Satamon), figlia di  Amenhotep III.


Ulteriori informazioni
Identificazione
  Numero*: inv. 16
Reperimento
  Reperimento:

Zona tebana

Oggetto
  Definizione: Stele funeraria
  Classe e produzione: Arredi funerari
  Titolo/soggetto:

Stele di Shemen

Cronologia
  Datazione generica: XVIII dinastia - regno di Amenhotep III
Dati tecnici
  Materia: Calcare
  Altezza: 40,5
  Larghezza: 27,5
  Profondità: 5
  Varie: Stato di conservazione: buono. Sono presenti scheggiature sui bordi, permangono tracce di colore.
Bibliografia
  Bibliografia:

1996, Sist L.,  “Museo Barracco. Arte Egizia” Quaderno - 3, Roma, pp. 53-54

« agosto 2020 »
agosto
lumamegivesado
12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31