Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Home Schede reperti Museo di Parma Schede Parma Vaso canopo di Djedmutiuefankh
Vai su di un livello
Oggetto archeologico

Vaso canopo di Djedmutiuefankh


Vaso canopo di Djedmutiuefankh

Il vaso, rastremato verso il basso e con spalla non pronunciata, presenta sul davanti un’iscrizione geroglifica composta da cinque colonne inserite all’interno di un riquadro. Il testo contiene una formula rituale, tipica dell’epoca saitica, con le parole che la dea Neith pronuncia per la protezione del contenuto del vaso, identificato con il genio tutelare Duamutef.   I geroglifici sono incisi con cura e riempiti di colore nero. Il coperchio è pertinente ed infatti vi è concordanza tra il coperchio che rappresenta il muso di uno sciacallo e il genio tutelare citato nell’iscrizione. Il Museo Archeologico di Parma conserva anche gli altri tre vasi canopi di questo personaggio (inv. 188 – 189 – 191).

Ulteriori informazioni
Identificazione
  Numero*: inv. 190
Precedenti localizzazioni
  Provenienza: Acquisto di Roberto Palin nel 1844
Reperimento
  Reperimento:

Tebe

Oggetto
  Definizione: Canopo
  Classe e produzione: Arredi funerari
  Titolo/soggetto: Vaso canopo di Djedmutiuefankh
Cronologia
  Datazione generica: Epoca saitica
Dati tecnici
  Materia: Alabastro
  Altezza: 39,5
  Diametro: 8,5
  Varie: h 39,5 cm con coperchio, diametro bocca 8,5 cm
Bibliografia
  Bibliografia: 1964, Botti G. “I cimeli egizi del Museo di Antichità di Parma” in Accademia Toscana di Scienze e Lettere “La Colombara”, vol. IX, Firenze, p. 118 (cat. 190), tav. XXVIII
« ottobre 2020 »
ottobre
lumamegivesado
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031