Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Home Schede reperti Museo Civico di Pala... SchedeOggetti Statua di gatto
Vai su di un livello
Oggetto archeologico

Statua di gatto


Statua in bronzo di gatto
La scultura in bronzo, probabilmente un tempo rivestita di lamina d’oro, raffigura un gatto, animale sacro alla dea Bastet. Il felino, raffigurato con dimensioni pari al vero, è nella posa a lui più usuale e assai diffusa nelle rappresentazioni: seduto sulle zampe posteriori con la coda avvolta intorno alla coscia destra. L’oggetto è stato realizzato dando particolare risalto alla muscolatura della schiena con accentuazione dell’arco dorsale e del torace. La cura per i particolari, tipica dell’arte di epoca saitica, è in questo caso estesa anche alla resa delle zampe anteriori e ai particolari del muso, per esempio i baffi incisi.

Gli occhi, oggi perduti, erano in pasta vitrea e incastonati nelle orbite oculari; il petto dell’animale era decorato con una collana composta da motivi vegetali, di cui rimangono ancora delle tracce incise sotto il collo. Sulla superficie sono visibili in varie parti i punti di fusione

Ulteriori informazioni
Identificazione
  Numero*: inv. 178
Precedenti localizzazioni
  Provenienza: Sconosciuta
Oggetto
  Definizione: Bronzetto
  Classe e produzione: Bronzi
  Titolo/soggetto: Statua in bronzo di gatto
Cronologia
  Datazione generica: XXV -XXVI dinastia
Dati tecnici
  Materia: Bronzo
  Tecnica: Fusione a cera perduta
  Altezza: 36
  Varie: Stato di conservazione: ottimo
Bibliografia
  Bibliografia:

1983, Donatelli L., “La raccolta egizia di Giuseppe Acerbi”, Mantova, p. 41

Navigazione
« ottobre 2020 »
ottobre
lumamegivesado
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031