Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Home Schede reperti Museo Civico di Pala... SchedeOggetti Vaso canopo di Psammetikemakhet
Vai su di un livello
Oggetto archeologico

Vaso canopo di Psammetikemakhet


Vaso canopo di Psammetikemakhet

Il vaso presenta una forma leggermente ovoidale con spalla non particolarmente sviluppata. Il coperchio, a forma di falco, è stato realizzato in modo accurato nella resa dei particolari, come è tipico dell’epoca saitica. Sul corpo del vaso, nella parte anteriore, sono incise sei colonne di testo inserito entro un riquadro e divise da linee incise. Il testo recita:
1. "Parole dette da Serket al tuo ka: vai e proteggi ogni giorno presso Qebehsenuf,
2. proteggi ciò che è in te. Protezione dell’Osiride,
3. il generale  Psammetikemakhet giustificato, nato da
4. Taremetenneith giustificata. Protegga Qebehsenuf ciò che è in te.
5. Proteggi  il generale  Psammetikemakhet  giustificato, figlio del generale 
6. Padihor giustificato. Proteggi Qebehsenuf”.
Alla fine dell’iscrizione è incisa la raffigurazione di Qebehsenuf con testa di falco e mummiforme. I geroglifici incisi presentano tracce di colore rosso. Il coperchio del vaso è pertinente come dimostra la coincidenza tra il falco rappresentato nel coperchio e la citazione di Qebehsenuf nell’iscrizione; dunque il vaso doveva contenere l’intestino del defunto. Dallo stesso corredo funerario proviene un altro vaso canopo conservato nella collezione mantovana (inv. 182) e il canopo n. 305 della collezione Clot-Bey, conservata al Musée d’Archéologie Méditerranéenne (Borely) di Marsiglia. (FS)

Ulteriori informazioni
Identificazione
  Numero*: inv. 182
Precedenti localizzazioni
  Provenienza: Sconosciuta
Oggetto
  Definizione: Canopo
  Classe e produzione: Arredi funerari
  Titolo/soggetto: Vaso canopo di Psammetikemakhet
Cronologia
  Datazione generica: Epoca Saitica - XXVI dinastia
Dati tecnici
  Materia: Alabastro
  Altezza: 48
  Varie: Stato di conservazione: buono. Non presenta tracce organiche o di bitume all'interno.
Bibliografia
  Bibliografia: 1983, Donatelli L., “La raccolta egizia di Giuseppe Acerbi”, Mantova, pp.114-115.
Navigazione
« novembre 2020 »
novembre
lumamegivesado
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30