Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Home Collezionisti Carlo Vidua
Azioni sul documento

Carlo Vidua

Il Conte Carlo Vidua, nato a Casale Monferrato era figlio del conte Pio Gerolamo, le cui posizioni economica e di potere  gli diedero la possibilità di girare il mondo e gli aprirono le porte di potenti ospiti nelle varie parti del mondo, dove sempre ebbe modo di incontrare capi di stato e intellettuali. Visitatore dell’Egitto nel 1819-1820 incontrò il Pascià Mohamed Alì e il console per il governo francese Bernardino Drovetti. Dagli scritti di Vidua emerge la figura di un uomo in fuga dalla quotidianità e dal suo tempo, molto curioso e attento alla raccolta di informazioni e spunti, ma senza il desiderio di finalizzarli. Esempio eclatante di questo atteggiamento il suo viaggio in Egitto durante il quale prese numerosi appunti su taccuini , schizzando piante di templi e tombe e grazie al quale mise insieme una piccola collezione personale di materiali archeologici ; egli inoltre si spinse molto a sud in Nubia dopo aver superato il tempio di Abu Simbel, da lì a poco oggetto di interesse da parte di un altro italiano Giovanni Battista Belzoni. In Egitto incontrò Drovetti e si fece per lui portavoce presso i Savoia del grande significato che avrebbe potuto rappresentare l’acquisizione della sua raccolta, che si trovava a Livorno in attesa di un compratore, salvo poi chiamarsi fuori quando nel corso della trattativa insorsero delle difficoltà sottolineando che il suo ruolo era stato solo quello di “fare le parti del proponente, non del mediatore” .

Non ci sono attualmente criteri su cui effettuare la ricerca. Aggiungili usando la scheda "criteri".

Azioni sul documento