Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Home Materiali didattici Mummie animali

Mummie animali

Edwing Long 1878

 

La religione dell’antico Egitto è davvero molto antica, gli egizi erano molto legati al loro passato e anche quando il loro pensiero progrediva portavano con sé elementi delle tradizioni più arcaiche relegandoli magari ad un ruolo puramente simbolico, questo fa sì che molte espressioni della loro cultura restino per noi tanto affascinanti quanto incomprensibili. La rappresentazione in forma di animali di molte divinità egizie era  stato un modo di raffigurare simbolicamente alcune qualità del dio, o di scongiurarne  aspetti che ne facevano paura. Per esempio il falco legato alle divinità solari e faraoniche ben rappresentava col suo volo maestoso la possibilità di dominare dall’alto, mentre lo sciacallo e i canidi in generale che infestavano le necropoli rappresentavano il dio da adorare per scongiurarne la paura che infierisse sui cadaveri non permettendone la conservazione. Nelle epoche classiche comunque l’animale adorato in rappresentanza del dio era un solo esemplare e il culto non si estendeva all’intera specie cui apparteneva. In Epoca Tarda ed ellenistica ci fu una degenerazione superstiziosa della religiosità locale tanto che le fonti greche e latine parlano con una certa ironia di “zoolatria” e le necropoli si riempirono di mummie animali.